Ancora liste

Non sono stata del tutto onesta (involontariamente, vi prego). Il motivo per cui mi sono allontanata dalle liste, oltre al tempo, è che non ne sopporto l'arroganza e la presunzione.

Arroganza nel rispondere e nel modo di trattare gli altri, perché io in fondo sono meglio e lo sanno tutti.

Presunzione nel credere che, visto che lo abbiamo fatto noi (e noi siamo quelli meglio), lo stesso debba valere per tutti.

Se a questo ci si aggiunge che, di fatto, non leggiamo mai a fondo (e questo è grave per un traduttore), ai due difetti caratteriali ci aggiungiamo anche l'insulto.

Se dovessi ragionare nello stesso modo, dovrei rispondere che sono più professionale io, visto che, non solo lavoro da dieci anni, ma che prima di parlare consulto e che non rispondo tamburo battente alle richieste altrui perché non ne ho il tempo (sillogismo: lavoro e quindi non ho il tempo di consultare, vedi prima).

Per fortuna la maggioranza non è così (giuro neanche io!) ma le singole persone possono fare molti danni perché poi non partecipi. Perché dire la tua se ti devi prendere cazzotto nei denti?

Ripeto quello che ho detto nel post precedente, preferisco rispondere in privato, dove la gente ti ringrazia, anche se non è d'accordo.

Perché non rispondo in lista?

Per lo stesso motivo di cui sopra, professionalità è anche questa, non far partire un flame perché non la penso come gli altri e sono irritata dal tono sprezzante.

Questi dieci anni li ho passati nel web, qualcosa sarà servito.

Commenti

Arianna ha detto…
Hai perfettamente ragione. Anch'io seguo in silenzio da anni Langit e Biblit, leggo e prendo quello che mi può essere utile e poi chiudo, le polemiche non mi piacciono. MA mi chiedo sempre una cosa: quelli che rispondono SEMPRE a tutto dove trovano il tempo per lavorare?
Anonimo ha detto…
Grazie Arianna, mi consola vedere che non sono l'unica a pensare che le polemiche (perché spesso sotto la discussione si nasconde uno spirito polemico più che una conoscenza dell'argomento) sono irritanti.

Per altro le leggo per tenere i contatti, perché non si sa mai. Ma non è la mia fonte di soluzioni, non ho mai chiesto niente né sinceramente ho mai trovato una soluzione ai miei dubbi in lista. Non per colpa degli utenti ma i server che tengono su Langit, per esempio, non reggono il carico e una ricerca è impossibile.

L'altra è una bella domanda.

Mara
Chiara ha detto…
Credo che le liste (e condivido pienamente le osservazioni di Mara) siano un microcosmo della società. Anch'io non sopporto certe risposte e sopratutto certi toni a mio avviso troppo supponenti - che però, per fortuna, non sono la norma. Devo dire però anche che grazie a quelle liste (quando non avevo nemmeno iniziato a lavorare) ho capito tante cose, sugli aspetti pratici di questa professione. Ora torno anch'io a lavorare.
BebaManno ha detto…
Hai ragione, Mara. Ma non te la prendere troppo
Flores ha detto…
Io non intervengo spesso, ma non mi tiro mai indietro se c'è da dire quello che penso. E non so se mi sono resa antipatica a qualcuno, di sicuro ho trovato tantissimi amici grazie a questo, amici che non sono rimasti nella virtualità ma che ho conosciuto in carne ed ossa e con i quali sto intrecciando bei rapporti. Se credi di avere qualcosa da dire, fallo. Perchè anche l'atteggiamento di chi non si espone mai è spesso supponente come quello dei superpresenzialisti.