Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2009

Bulimia editoriale

Dopo due giorni avevo terminato i tre libri che mi ero portata dietro e ho dovuto ricorrere al prestito...comincio a pensare che sia una malattia anche questa

Diego De Silva, Non avevo capito nienteStephan Adeguy, La teoria delle nuvoleStephanie Meyer, TwilightDaniel Picouly, Il campo di nessunoFred Vargas, Chi è morto alzi la mano

LinkedIn suicida

Clamorosa gaffe di LinkedIn che ha inviato a tutti i traduttori una richiesta di partecipare a una inchiesta che in realtà nascondeva un'altra richiesta... matrioska style...

What type of incentive would you expect for translating LinkedIn site?
(check all that apply)
Upgraded LinkedIn accountsTranslation leader board recognition (You’re the #1 translator of LinkedIn in [language name] based on submitting [number] of translations!)Highlight your LinkedIn translation work on your LinkedIn profile (You’re the #1 translator of LinkedIn in [language name] )LinkedIn Translator Group MembershipI would want to do this because it’s funOther (please specify)
Immediate le reazioni con creazione del gruppo "Translators against Crowdsourcing by Commercial Businesses".

Si chiede l'immediata presenza di uno spin doctor al capezzale del moribondo.

È la crisi, baby!

La crisi economica, fra i tanti mali che comporta, ha -secondo me- il "pregio" di far risaltare i cattivi comportamenti in tutti noi.

Quasi tutti i traduttori hanno qualche problema a farsi pagare ma, come ho già detto, la cosa che più da fastidio è il nascondersi, il celare, il rifiutare il confronto. La crisi non crea, peggiora solo alcuni atteggiamenti.

A fine dicembre mi viene assegnata una traduzione che prevede un flusso costante di lavoro per un anno, forse un anno e mezzo. Il torrente, così denominato perché quello che ti dicono all'assegnazione - chissà perché - non corrisponde a quello che ti chiede/offre il PM, si è seccato del tutto in meno di 5 mesi.

Alla mia richiesta di informazioni mi è stato comunicato che il lavoro sarà svolto internamente. Perfetto, non è un problema e non mi suicido (e non mi rivolgo a un avvocato per mancato rispetto degli accordi).
Ma una cosa non la perdono: era così difficile prendere il telefono e dirmelo? Avrei accettato anche una m…

Plain language: quando il burocratichese si fa traduzione

Sta per andare online un nuovo sito, multilingue, di una pubblica amministrazione. (Il sito è stato fatto tradurre dalla ditta esterna che si è occupata della grafica.)
Nel caos degli ultimi controlli ci siamo accorti che manca la pagina dei credits in lingua inglese.
Capita. Non è un dramma. Chiediamo al referente del progetto e questo è ciò che è arrivato.

Credits
Editorial Coordination
Direction General of xxxx, xxx Region
Head of Communication:
tel. (senza prefisso di nazione....)
email:

Technical Coordination
Direction General of XXXX,xxx Region
Unit Information Systems
Manager:
email:

Lasciando perdere gli errori, quello che vorrei sottolineare è (IMHO) l'inutilità della traduzione di “titoli” (intesi in senso ampio). Se il valore della pagina è informativo, non ha senso rendere letteralmente i “nomi” di enti/titoli/PA ecc. Non abbiamo lo stesso apparato burocratico, non esiste dunque equivalenza.
Così come, romanzi a parte, non dovremmo tradurre il Secretary of State con il “corrispettiv…

Dancing on architecture

Ieri ho ricevuto la telefonata di una PM che mi chiedeva aiuto. Stava leggendo una traduzione e non capiva il testo. Non mi ha dato molte informazioni, se non che si tratta di un film o citazione da film (Playing by heart, con Sean Connery) .

Talking about love is like dancing on architectureVoleva capire significato e resa. Sul significato ho potuto aiutarla, è un modo per dire che [qualcosa] non è possibile. La resa naturalmente dipende da troppe cose (tipo di traduzione, oggetto tradotto, contesto ecc.)

La frase sembra essere una citazione di Steve Martin che a sua volta cita Monk. Significato a parte, ha senso tradurre una frase/citazione in modo letterale? Quali sono le vostre scelte?