Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2008

Anatomia di un romanzo: Indiana Jones e il teschio di cristallo

Adesso che non corro più il rischio di essere denunciata da George Lucas e Steven Spielberg, posso finalmente parlare di Indiana Jones e il teschio di cristallo che ho tradotto con una collega, Valentina Ballardini.

Scrivere un post a cinque mesi di distanza da una traduzione non aiuta molto l'argomento ma proverò lo stesso a parlare di alcuni fra i punti che ho affrontato nella traduzione, escludendo per esempio "l'ansia da prestazione".

Si lo so, tutti ne soffriamo ma nessuno ne vuole parlare. Capisco ... ma non studio psicologia, prego.

Indiana Jones, per chi non lo sapesse, non è solo una trilogia di film, è anche una collana di libri... ben più di tre. Uno dei problemi che ci siamo poste è avere i volumi precedenti. Gli autori sono diversi ma le caratteristiche del "trademark" sono necessariamente identiche. Sfortunatamente, però, la richiesta è caduta nel vuoto, il cliente non ci ha fornito i testi né le biblioteche possedevano i volumi.
Posso solo dedur…

Adesso svengo...

Novità letterarie da Infinitestorie.it

* Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo *
di James Rollins
(Ed. Nord, trad. di Valentina Ballardini e Marcella Bongiovanni)
(pp. 504, euro 16,60)

Chi poteva raccontare le avventure di Indiana Jones se non uno scrittore dallo stile adrenalinico come James Rollins? È ciò che hanno pensato George Lucas e Steven Spielberg, i quali, per la prima volta, hanno deciso di affidare a un autore di bestseller internazionali l'incarico di scrivere un romanzo all'altezza del leggendario protagonista. E Rollins non poteva che far centro, creando personaggi, vicende e situazioni inediti, ma soprattutto attingendo a tutte le sue risorse per far rivivere sulla pagina scritta le imprese di un personaggio entrato nell'immaginario collettivo. Il risultato è un romanzo più avvincente di un film. via Arzyncampo


Ora è reale...

Il romanzo misterioso

Il 23 maggio arriva il libreria il romanzo misterioso
James Rolling, Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo, Editrice Nord, 2008

Il mio umore in questi giorni..

Giusto per chi se lo chiedesse.

















L'immagine è in pubblico dominio: questa è la fonte.

Ripley's Believe it or not

Traduzione a più mani con una sola grossa difficoltà: microtesti di poche righe chiusi in gabbie rigide. Sintesi obbligatoria e tanti giochi di parole per i titoletti.

Ci sarebbe un'altra difficoltà... non è un libro molto interessante...ma non posso dirlo a voce alta. :-P

Statistica improbabile

Non so per quale legge di Murphy, da scoprire o esistente, la mia vita subisce una statistica improbabile.

Sono anni che, più o meno coscientemente, faccio due lavori insieme. Quello che non riesco a spiegarmi è perché, due eccezioni a parte, in otto, dicasi 8 anni, i lavori arrivino sempre insieme.

O lavoro 15 ore al giorno o prendo il sole sul terrazzo... (la frase era originariamente più volgare ma già mi chiamano "camalla" in casa... non vorrei che l'uso si allargasse).

Così lunedì vado a firmare un contratto e inizio anche questo.

Sarà perché non ho mai capito/amato la matematica?
Boh...