Passa ai contenuti principali

Quando la burocrazia fa male

Tutti noi abbiamo un amico, un collega, un parente malato immaginario. Qualcuno con cui non discutere mai di malanni, malattie e a cui anche solo porgere la domanda "come stai?" è un errore madornale.

Bene. Oggi è capitato che una persona così arrivasse da me un po' agitata perché qualche anima pia mal guidata aveva inoltrato un documento dell'EMA (European Medicines Agency) con in accompagnamento una nota di avviso: leggi, hanno messo fuori legge il paracetamolo!
...

Il prankster, perché lo posso immaginare solo tale, ha sicuramente riso alle spalle di questa persona, ma onestamente credo che una buona dose di colpa sia dell'EMA che pubblica un documento con questo titolo.

Medicinal products recommended for maintenance and marketing authorisation applications for which bioequivalence vis-a-vis the EU reference medicinal product has been established as adopted by the CHMP on 23 March 2017.

Onestamente ho letto e riletto questa frase e ancora ora faccio fatica a mettere insieme un significato (perché se cambio il momento in cui mi fermo cambio il significato della frase :).  Faccio fatica a pensare che questo documento sia stato scritto 30 anni dopo il plain english.
(A proposito, perché questo sito fondamentale non è multilingue??)


Per tranquillizzare tutti, l'EMA ha pubblicato un comunicato stampa in cui consiglia la sospensione di alcuni farmaci (per problemi di equivalenza). Nel testo sono linkati due file, il primo con i farmaci di cui si consiglia la sospensione, e il secondo con la lista di quelli da mantenere.
Forse qualcuno dovrebbe ricordare ai colleghi dell'EMA che, nel web, non esiste la lettura lineare e molti potrebbero arrivare direttamente ai documenti. Uno dei quali ha quel titolo oscuro...






Posta un commento