Passa ai contenuti principali

Danni da traduttore automatico in mano a incompetenti (senza offesa)

Questo post non è rivolto ai colleghi, nessuno dei quali ha mai messo mano a questi testi (ma neanche uno studente del primo anno di università credo).

Questo post vorrebbe (ma non può) far cambiare idea ai commercianti per far comprendere loro quale enorme figuraccia fanno e quanti danni economici si autocausano. (Perché sinceramente ho qualche dubbio che qualche madrelingua possa capire di cosa si tratta.) Si comincia....

Normale pausa pranzo di un qualsiasi ufficio in una città italiana mediamente turistica. Bar fuori dalle aree turistiche del centro storico per un viale di circonvallazione. Un gruppo di colleghe entra e si ferma a mangiare. Una di loro a momenti si strozza e, ammetto, cede alla tentazione di prendersi un menu perché onestamente.

Prova dell'accusa #1

Non credo che grains, trousers, pasta pastry, o salata stuffed siano in qualche modo comprensibili a qualcuno.

Prova dell'accusa #2


Per cui se un cliente chiede un analcolico gli portano una bibita e viceversa. I canned beverages ho paura anche a chiedere cosa siano e la birra di qualità media è autoesplicativa....

Prova dell'accusa #3

Perché lei ha un vigneto?

Prova dell'accusa #4


Fra errori di costruzione, verbi al posto di sostantivi e parole inventate (meoboot) di natura sconosciuta la situazione sta precipitando.

Prova dell'accusa #5


Naturalmente alla birra di media qualità possiamo abbinare una insalata ottima.

Prova dell'accusa #6


Durante la production cinematografica (o sarà televisiva?) possiamo farci dei drincks alla Wodka!

Prova dell'accusa #7


Vi sfido a capire cosa dice, suvvia. Osate. Io, semplicemente, non ho parole. Qui non hanno neanche chiamato la nipote del cugino che ha fatto un anno di inglese....



4 commenti